uno smile nel cielo

C’è un volto che sorride nel cielo.

Il fenomeno è il prodotto di un allineamento piuttosto raro.

In alto a sinistra c’è Venere, a destra Giove.

 

In basso al centro la Luna.

E’ il grande smile del cielo che in questi giorni è possibile vedere

scrutando tra le stelle in diversi Paesi del mondo.
Smiley-Philippines_1124654c.jpg

 

la tela del ragno

e torna a volte
quella leggera nebbia
che si impossessa di me
cosi’ all’improvviso
sentivo di averla vinta

e che non potesse  piu’ tornare a farmi visita

ma
silenziosa come il piu’ velenoso dei serpenti
strisciando con voce suadente
mi avvolge
basta nulla una parola detta o non detta
un pensiero che affiora
e la tela comincia
a ingabbiarmi nuovamente
………………………..

ragnoma passa  …domani passa
terry quattro ottobre duemilasette

magia

le pietre antiche

accolgono

i nostri passi

solitari

sasso dopo sasso

riecheggiano

sui muri

di tufo

il silenzio

inquitante

della gravina

i profumi

delle erbe

selvatiche

la magia

ci avvolge

inaspettata

questa notte
53de3e933a75b940b4f3b8c3f3c6de6a.jpg

*************

çççççççç

@@@@@@@@@@@@@@

°°°°°°°°°°°°°°°

ò@òòòò

@àòà–+++****—-

@]@]@]@]@

ò+ò+ò+ò

@+ò+ò+++++@@@@+++

@#@#@#@#@#@#@#

#######ùùùùù§§§§§§§§@@@@@@

 

 

b24309797241c6e7e278864626ecce4c.jpg

 cavolate di ferragosto per un blog………..

tanto questo o altro qui e’ lo stesso!!!

 

attesa

attesa

di

sapori

maturi

nella luce

malinconica

del tramonto

promesse

di mosti

dal sapore

acerbo

nel profumo

dell’uva

non

ancora

matura 

 

849f072135a6b722949318f60b41120a.jpg

 terry sotto la pergola di uva fragola

dieci agosto duemilasette 

infinito

seduta

sulla spiaggia

il mattino

mi ragala

il primo raggio

di sole

guardo

l’orizzonte

e

trovo pace

nell’infinito 

 

ce3677d007187d8d758a63a7a4388720.jpg

 terry otto agosto duemilasette

 

a venexia

  Venessia patria mia dileta  
  ti va de sgobo e po' de grata  
  sotto il vessillo di San Marco  
  par 'sta Repubblica da sbarco  
  i m'ha mandà parfin in Cina  
  a romperghe i cojoni a Gengis Kan  
    
  Se parte dal mondo co 'na carovana  
  varda Luisa che bela è la Cina  
  rassi colorati, bachi da seda,  
  la povere pirica, la pansa de Buda  
  carica tuto fa' su la tenda  
  el nostro paron cussì ne comanda  
  'sta carovana no la gh'ò capìa  
  semo cristiani e femo rassìa 
  Luisa che ladro che xe Marco Polo  
  cori che i mongoli ne core drio  
    
  In Adriatico che lote  
  le navi torna a casa rote  
  spenze rabiosi gli infedeli  
  che vol robarne i monopoli  
  de là in Atlantico la Spagna  
  el novo mondo la gh'à trovà  
    
  Cristoforo Colombo gaveva ragion  
  el mondo xe tondo come un balon  
  co la Nina la Pinta e la Santa Maria  
  el porta a casa l'oro e l'argenteria  
  America America tera pressiosa  
  ma i indiani xe gente che xe permalosa  
  ariva i velieri i canoni spagnoli  
  Atzechi e Incas xe massacrài  
  par cossa parché dovemo copar  
  me par una falce 'sta cristianità  
    
  Varda Luisa che malani  
  sciopa la guera dei trent'ani  
  me fasso fià e sigo basta  
  me 'riva in boca 'na tempesta  
  i fiumi porta le carogne  
  e l'aria ormai se ga impestà  
    
  Scampemo scampemo che 'riva la peste  
  rancura le robe dentro le seste  
  coversi el fio con un pano de lana  
  canta Luisa che fassa la nana  
  canta che i angeli buta 'na corda  
  che se tiremo su da 'sta merda  
  dormi bambin che 'ndemo su le stele  
  domani la Madona te da le caramele  
f3f626dbd89e659a7a8246d50c2f1ef2.jpg
    
  el scato xe mio  
  e paroe de  alberto d'amico cantautore venexian  

il folletto del bosco

gioca con le foglie del faggio,
 il sole
disegnando merletti
sulla terra rossa.
I nostri passi silenziosi
cercano di comprendere la meta
calpestando le foglie marcite
del sottobosco.
Lo spirito del bosco
saltellando ironico
come un folletto
in un giorno di festa
canta con voce stridula
il suo messaggio:
“aprite gli occhi
ascoltate con attenzione
ponete fine
al vostro vano cercare
che la meta
che tanto attendete

e cercate in luoghi lontani

e sempre con voi
 sotto i vostri piedi
e lìimportante e’ che
semplicemente
la seguiate.

20d7be7303ed7d7795874149ef3b6e74.jpg

terry

ventinove luglio duemilasette

entrando nel bosco