conoscenza

siamo per l’appunto ad un bivio in cui dobbiamo scegliere la Via da percorrere valutando i nostri obbiettivi e le nostre possibilità, facendo i conti col fardello del corpo e con i voli dell’anima.

Abbiamo in potenza tanto la possibilità di sprofondarci nella perdizione quanto di innalzarci sino alla soglia del Pleroma.

 

gnosi.jpg

Sta a noi l’onore e l’onere della scelta, e forse allora gnosi non significa solo conoscere la nostra origine ed il nostro destino, ma anche – o forse soprattutto – i modi e gli strumenti per partire dall’una e realizzare l’altro.

straniera

A fine maggio ho fatto un breve viaggio nel sud della francia tra provenza, camargue e linguadoca.
Una parte importante del viaggio e’ legata a qualcosa che davvero non avevo messo in conto al momento della mia partenza…. La mia intenzione era focalizzata sulla Maddalena e sul femminino.. Ma ci sarebbe stato qualcosa di importante, di molto importante che mi attendeva….ed erano i catari…. Di loro sapevo molto poco, che erano presenti in europa, in particolare nel sud della francia, e che sono stati sterminati dalla sacra inquisizione, non molto di piu’.
Quando mi sono trovata ai piedi del castello di Montsegur, sotto la pioggia, non solo ho provato una forte emozione che mi ha fatto piangere … ma ho sentito di appartenere a quei luoghi, ho sentito che il catarismo era in me. In particolare quando sono stata al piccolo museo di montsegur salendo le scale che portano al piano superiore nel leggere i nomi di tutti i catari uccisi nel rogo, a parte il groppo alla gola, ho sentito la forza di queste persone. Il mio ritorno in italia e alla vita quotidiana e’ stata uno sforzo enorme.. mi sentivo divisa tra l’essere ancora in francia e il dover continuare la vita normale, ma da quel giorno ed e’ solo tre mesi fa.. non sono stata piu’ la stessa, ho letto, studiato meditato su cos’e’ il catarismo, la gnosi, il dualismo.
Ed ora, finalmente, sto trovando le risposte alle tante domande che da sempre mi faccio. Ora acquista un senso tutta la mia vita.
Ora capisco il mio sentirmi straniera, il mio essere un pesce di un altro mare in ogni situazione, fin da piccola, gia’ nella mia famiglia.
Ora capisco il mio allontanarmi dalla chiesa all’eta’ di otto anni perche’ sentivo che tutto era falso
Ora capisco la mia solitaria adolescenza incapace di adattarmi ad essere come tutti, a dividere la mia vita tra casa, scuola, discoteca, divertimenti.
Ora capsico il tentativo mal riuscito di cercare di sentirmi come gli altri, ed ecco il trovarmi un compagno e il fare un figlio..uno poi basta.
Ora capisco la mia ricerca spirituale iniziata a 40 anni e percorsa attraverso mille gruppi, da quelli new age, alla teosofia alla metafisica, senza trovare mai risposte valide ai miei mille perche’.
Ora so chi sono, da dove vengo e dove voglio andare.
Straniera in questo mondo alla ricerca della via per tornare a casa.

DSCN3910.JPG