a dream

 

Mi vedo in una terra lontana, c'e' un sole coccente, entro in una casa, e' una casa bianca…una casa araba. Entro da una porta riccamente disegnata, non vedo molti mobili, e' molto luminosa, sono scalza ho dei pantaloni larghi stretti alla caviglia, sono gialli.
Giro per la casa, vedo la cucina con un focolare.
                                    

entro in una stanza, so che' la mia preferita, la luce che entra fa una atmosfera particolare, vi sono divani lungo le pareti, in un tavolino absso ci sono dei libri, sono tutti scritti in arabo, ne prenso uno lo guardo lo leggo, il titolo e' "La via".
C'e' una bimba che mi corre incontro, ha due grandi occhi neri, piange ed io la consolo, si accocola tra le mie braccia, mi dice che sono sua zia, che abito li' con loro, suo padre e' mio fratello, abito con loro e aiuto in casa e con i bambini.

IL sogno prosegue e non mi vedo piu' in questa grande casa luminosa, main una casa piu' piccola, e' la mia nuova casa, vi abito con mio amrito e i miei figli. Sono triste, tutto e' grigio, ci sono i miei figli, sono tre due maschi e una femmina, ma non c'e' sorrriso nel mio volto…… ho la tristezza nel cuore.

                                     

un salto temporale e mi vedo sola che cammino nel deserto tutta coperto di abiti bianchi…vado!!!!!!!!!!

ed ora sono in in un'oasi nel deserto, c'e' poca gente ma tutti mi guardano benevolmnente e mi sorridono.
Abito in una piccola casa color terra, c'e' un recinto dietro la casa, dove c'e' un piccolo gregge di capre.
Un uomo e' con me e' l'uomo con cui vivo, sono felice con lui……….siamo felici….molto!!! Viviamo di poche essenziali cose.
E' sera sono seduta davanti alla porta di casa e aspetto, e lui arriva con un sacco sulle spalle. Ha delle cose per la casa, e' stato in citta' a vendere delle capre, ha anche un regalo per me: un vestito bellissimo azurro e oro. Lo indosso mi guarda e dice "sei bellissima" e ballo per lui, con  le movenze sinuose della danza araba mi avvicino a lui che mi stringe, le nostre bocche si sfiorarno e li sotto la luce della luna facciamo l'amore, come non ho mai fatto, la fusione dei nostri corpi porta alla fusione delle nostre anime.

Ed ora sono sola, sono vecchia, il mio uomo e' morto tempo fa, ma non sono triste, aspetto….a spetto di ritrovarlo.

Sara' che adoro la musica araba
sara' che mi sento veramente io quando faccio danza egiziana
sara che l'oro e l'azzurro sono una combinazione che mi piace moltissimo
sara' che adoro il caldo e il sole che picchia
sara che so chi era quell'uomo
sara' che ho vissuto in questa vita il trauma dell'abbandono
sara' che non amo le ville e le case di lusso
sara' che……………….
ma per me non e' un sogno!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! !!!!!!

 

   

ripostato oggi trenta luglio duemilasei perche' ne avevo bisogno terry

fotogrammi colorati delle mie giornate

L'azzurro inconsistente del video del pc
La trasparenza opaca del cerotto antidolorifico
Il tuo viso sempre piu' magro che sta tendendo al giallo
Il reparto dell'ospedale immerso in un verdino senza carattere
La mia moto rossa e nera ferma in garage
L'asfalto nero e rovente delle due del pomeriggio
I tuo occhi che sorridono tra il bianco delle lenzuole
Il grigio dell'ufficio rotto dal blu/giallo dei cartelli agli sportelli
Il rosso della mia lancia y sempre piu' sbiadito
Il verde brillante del giuggiolo in giardino.
Il giallo intenso ed allegro dei tre girsoli sbocciati sul mio terrazzo.
Nati dai semi regalati durante la campagna elettorale dai verdi: "Pianta i semi, vota verdi"
Ho piantato i semi, non ho votato verdi ma i girasoli mi sorridono tutti i giorni.

scatto disordinato by terry

cammino

cammino
con un sacco
colmo della mia vita
un bastone ricurvo
a cui appoggiarmi
cammino,
la mia strada e' in salita
i sassi fanno male
e le scarpe poco adatte
non proteggono
cammino,
apparentemente sola
in un silenzio ricercato
a cui affidare parole
e sogni
cammino,
un bosco, un prato
il volo di un uccello
il rombo di una moto
cammino………. e non sono sola

piedi e parole di terry
ventisette luglio duemilasei

illusioni

tremula come la fiamma
 di una candela
vacilla la mia anima
nuda nel vagare
in una nebbia
soporifera
abiata dglii spettri
della mia mente
mani ondeggianti
in una danza onirica
alla ricerca
di vecchie ferite
che solo nell'illusione
credevo guarite.

scatto e parole di terry   ventitre luglio duemilasei

acqua

come l'acqua limpida
scorro
superando ostacoli
e punti difficili.
Mi lascio andare
al fluire della vita.
Con gioia e con amore
mi permetto di andare
liberamente
verso il mare,
per diventarne parte.
Partecipe
della danza della luna
mi cullo nelle maree
nell'eterno fluire
della luce  e del buio.
Ogni goccia uno
il mare il tutto.
E insieme danziamo.

terry diciotto luglio duemilasei all'alba

ricordi

domani e' il tuo compleanno e l'altro giorno sono stati 15 anni che ci hai lasciati.
in questi giorni tornano i ricordi.
Ricordo…………….ricord o una vecchia casa nel centro storico: una camera e una cucina al piano terra, un piccolo cortile e il bagno sulle scale. Ricordo la nostra vita assieme io, te e tua sorella.
Noi tre, che strana famiglia la nostra: due sorelle e una bambina. Dormivo nella stanza con voi, li' ho vissuto meta' esatta della mia vita. In quella stanza ho dormito, giocato, ho studiato, ho pianto…li' sono cresciuta.
Voi mi avte riempito di coccole e carezze, mi avete dato tutto quello che potevate, materialemnte e affettivamente. Voi mi avte insegnato la vita, con tutti i vostri limiti di donne sole…mi avete insegnato la rinuncia e il vivere dignitosamente anche senza troppe frivolezze…e vi ringrazio di questo, perche' ogni piccola cosa che conquisto per me e' gioia.
ricordo quando arrivava il carbone…era una festa per me, e quell'uomo tutto nero non mi incuteva paura ma allegria, perche' immaginavo gia' il mucchio di carbone che divenatava una montagna da scalare.
ricordo le passeggiate di sera, mi portavate a vedere i luoghi che amavate, i luoghi della vostra infanzia, ricordi di guerra e per me eravate le eroine, stafette partigiane. ricordo quando tu mi portavi sulla tua bicicletta, a diffondere il giornale "noi donne", e mi sentivo fiera di essere con te, mi hai ragalato la fierezza del mio essere donna.
ricordo le nostre discussioni, e i nostri litigi il mio rifanciarti di esserti sostituita a mia mamma.
ricordo le mie crisi di rabbia che non riuscivo a spiegarti, rabbia che esce ancora a volte anche se finalmente ho capito.
ricordo che non ti ho mai detto veramente quello che provavo, perche tu mi avevi insegnato che era meglio non mostrare i propri sentimenti e quanto ci ho messo a vincerla questa riservatezza
ricordo le domeniche sera davanti alla tv in bianco e nero a guardare gli sceneggiati che tanto ci piacevano, sorseggiando una cioccolata o un te.
ricordo tutti gli anni passati noi tre assieme.
ricordo di non averti mai detto ti voglio bene…………..riesco a dirtelo ora… che da 15 anni non ci sei piu'!!!

terry quindici luglio duemilasei

il mio regalo per il tuo compleanno sono queste parole che mi ha lasciato un amico:

 un giorno torneremo a stringere quelle mani che hanno saputo darci la carezza che oggi ci manca. In un mondo dove non ci sarà bisogno di dirsi nulla, un mondo di Amore..ciao a presto

tre anni in pochi fotogrammi

Un pomeriggio d'estate, Luna e Cherokee, una pssione comune, sintonia, comune sentire.
Il vecchio scarabeo blu, un pezzo di strada assieme. Due caffe' freddi al bar Santa Croce, gli occhi negli occhi.
Una stanza, dei mobili da colorare di viola, una nuova avventura di nome "pietra di luna", sembri la mucca milka oggi.
Sms …"non sono piu' solo, ci sei tu a scaldarmi il cuore, ora"
E stella, stella che ci aspetta ormeggiata al porto.
Ti desidero da morire, aspettiamo, non possiamo fare del male a chi ci sta vicino.
Sms "ti piace il giallo?..sta arrivando una follia gialla, lo sai solo tu"
Una corsa sulla moto gialla, la caduta scendendo, le risate "sei marachellosa oggi"
"tu sei speciale , ma non posso!!
Il dolore, la malattia, il dolore, il silenzio.
Non posso, ma aspettami se puoi.
Silenzio.
Un mms nel cuore della notte, inaspettato, E' magia quello che c'e' tra noi. Magia e mistero. Mistero e silenzio.
Una corsa con la moto gialla, la montagna, nebbia, forse piove, stringiti forte a me.
Sielnzio, dolore, silenzio.
La guzzi nera, la nuova honda rossa.
Mi manchi, ma non posso.
Una pagina del "Mattino" aperta a casa, un articolo del giornale, dolore..dolore immenso quasi fisico.
Sms "non cercarmi per ora e' troppo dura"
Natale, gli auguri, le mails il dolore di entrambi.
Sei speciale ma non posso.
Sms "cos'e' questa cosa tra noi che resiste nonostante tutto da tre anni? "non lo so, non voglio ingabbiare in una parola quello che sento, i cherokee direbbero mistero."
Mistero e magia, dolore e silenzio.
Sei speciale ma non posso, spargeremmo ancora altro dolore attorno a noi, aspettiamo.
Sei speciale, ma non posso.
Sms "noi due potremmo volare in cieli mai conosciuti"
Aspettiamo e' piu' facile se aspettiamo in due. Pensami, io ti penso.
.e stella e' ormeggiata nel porto.
Ciao piccola.

terry tredici luglio duemilasei notte