tarocco story n.2

                   
Notte di luna piena, notte magica
La luce argentea illumina la stanza di luna, un raggio colpisce il tavolino di legno su cui e' appoggiato il consunto mazzo di tarocchi marsigliesi.
Spinta da una forza dolce ma decisa prendo tra le mani il mazzo con i soli Arcani Maggiori.
Li tocco, li accarezzo uno ad uno quasi come un mante accarezza il corpo della sua amata e all'improvviso una luce: un essere etereo risplendente di una propria luce che va dall'azzurro al violetto, si presenta a me.
Con fare benevole mi invita a tenere le carte fra le mani, a sentirne l'energia e la vitalità ad assaporarne gli antichi saperi., a guardare oltre le singole figure. E poi con decisione:
Ti faccio un regalo, chiudi gli occhi e scegli cinque carte e ti regalero' una storia..la tua storia.

L'eremita- L'imperatrice-il matto- l'imperatore- la forza.

La forza dell'imperatrice arde in te, e' la forza femminile creativa e seduttrice. E' il fuoco che esplode in ogni forma.
Ma sei ad un bivio mia dolce imperatrice: hai due strade davanti: la via dell'eremita che spoglio di ogni cosa si avvia solitario con un solo lumicino e un solo bastone, pronto ad illuminare la via delle persone vicine. Oppure puoi seguire la via del matto, sconvolgere quello che hai costruito per poi incontrare l'Imperatore: la forza maschile, la sicurezza. Ma in questo caso la tua strada sara' lunga perche' non ti potra' bastare, La Forza ti dice che uno spirito libero non puo' essere messo in gabbia, anche se la gabbia e' dorata o trasparente. E dopo la presunta felicita' ti ritroverai nel caos e sarai costretta a ricominciare.
E adesso che scelgo???
L'eremita o il matto?
La via spirituale e solitaria o la strada che mi porta alla sicurezza materiale di una vita qualsiasi??
                                                                   

voglia…di pazzie

"Ciao come va oggi?" "Benino, sono anche uscito ho preso il caffe' e comperato il giornale!"

"Ciao come va oggi?" "Male, sono senza forze , sto a letto"

In questi giorni in cui i ritmi della mia vita inseguono ritmi non miei, mi sembra di essere bloccata, di essere alla finestra a guardare la vita scorrere davanti ai miei occhi.

In questi giorni di vita sospesa ho voglia di fare cose pazze:
ho voglia di danzare sulla spiaggia tutta la notte
ho voglia di strafogarmi in una terrina di fragole e panna
ho voglia di giocare a nascondino con i miei amici piu' cari
ho voglia di fare sesso nella maniera piu' libera a tre..quattro..cinque…
ho voglia di baciare uno sconosciuto semplicemente perche mi piace e solo alla fine dire ciao sono terry
ho voglia di prendere la moto e correre per strade soconosciute senza sapere dove arrivare

ho voglia di cose pazze………….. per ritrovare la vita normale

terry ventisei aprile duemilasei notte

gocce

sola
nelle prime ore
del giorno
mi lascio bagnare
dalle ultime gocce di pioggia
le sento
scendere
lungo il mio corpo
accarezzare
la mia pelle
portando con se
frammenti di vita
schegge di sogno
che brillano
come foglie
bagnate
ai primi
raggi di sole

terry ventiquattro aprile duemilasei all'alba

ombre

tremula
come la fiamma di una candela
vaga la mia anima
moltiplicando le ombre
proiettate sul muro
pallidi specchi
dei miei sogni sopiti

                           

terry venti aprile duemilasei

io, la luna

danzo alla luna
 avvolta nella mia luce d'argento
il mio corpo insegue
 le note che si espandono nelll'aria
 impercetibile la mia ombra
 si anima di vita propria
 si allontana e si riavvicina
 al ritmo della musica
 e  mi perdo
 in un abbraccio con me stessa.

terry diciotto aprile duemilasei
notte

……ismo

mi rendo conto sempre di piu' che ogni…ismo porta a separazione, che ci fa sentire parte di un gruppo e ci regala il senso di appartenenza. L'essere un qualsiasi …ista, e qui possiamo metterci davvero di tutto comunista, fascista, femminista, maschilista, materialsta, animalista, qualunquista, milanista, interista, induista, scientista, ecc. ecc. ecc.!! ci fa sentire parte di qualcosa!!
 Ed ecco che tutto diventa piu' facile, gli amici da un parte, quelli che stanno nel vero, il gruppo che ci fa sentire meno la solitudine legata a vuoti molto piu' profondi, e dall'altra parte i nemici, quelli che sbagliano, che sono cattivi brutti stupidi. Di qua la verita' tutto lo sbagliato di la'. Reich la chiamava peste emozionale.
 Consapevole che non e' facile superare l'ideologia scelgo comunque un'altra strada. Che si chiama accoglienza e condivisione, quella che ci fa incontrare ogni essere umano in quanto tale e non per l'etichetta che si è messo adosso.
 E questo mi sembra l'augurio migliore per pasqua.

 namaste'

terry quindici aprile duemilasei

malinconia

accoglimi notte
.allarga le tue braccia
 perche' io possa lasciarmi andare
 possa chiudere gli occhi
 e vivere,
 lascia che la luce della luna mi accarezzi
 culla il mio sogno
 fatto di poche cose vere
 una mano,
 uno sguardo,
 un sorriso …….!
Mi allungo nel tuo manto nero,
 ne accolgo lo strano tepore
 che credevo freddezza
 e lascio che il mio corpo
 galleggi in uno spazio sconosciuto
 e lascio che il sonno diventi vita.
                                

                                

 
terry otto aprile duemilasei

potere femminile

Una prato di erica rossa
il rumore dle mare sulla scogliera
fa da  sottofondo al vento
che canta una melodia.
Ci raccontano di riti antichi
di fuochi nella notte
di danze magiche
Il potere della dea
sa di saggezza e conoscenza
porta accoglienza e delicatezza
e ci insegna che il potere femminile
e' altra cosa dall'arroganza
e la prevaricazione.
Come l'energia della luna
e' dolce  e delicata
accogliente e materna
non brucia ma accarezza lievemente. 

terry che non ha le palle e non vuole averle

for the children

Hanno spezzato la vita ad un bambino, ad un piccolo angelo.
Le reazioni che ho sentito, e letto anche qui tra i nostri blog, sono di rabbia, di giusta indignazione, ma anche di odio con richieste di pena di morte, di punizioni esemplari umane e divine. All’odio si risponde con l’odio, alla violenza con la violenza.
Io scelgo un’altra strada,, la strada del guerriero di luce le cui armi sono la luce e l’amore incondizionato.
Ed allora prendendo per mano il piccolo Tommy per sostenenrlo nel suo viaggio, restando con il cuore vicina ai suoi genitori, invio tutta la luce che mi e’ possibile ai suoi assassini… questa e’ l’unica reazione che mi sento di poter avere.
E se permettete mando tutto il mio amore a tutti quei bambini che ogni giorno muoiono in ogni angolo di mondo, a quei bambini che muoiono di fame, di denutrizione, di malattie e di violenze. Bambini per cui pochi ormai si indegnano, per cui nessuno chiede la pena di morte o pene infernali per gli esecutori….forse perche’ i mandanti siamo noi tutti!!!!