giu’ la maschera!!!

ultimo giorno di carnevale… invece di mettere la maschera scelgo di toglierla oggi…e di mostrarmi cosi come sono.
 E per fare questo posto un piccolo addio che lessi circa 4 anni fa dal palco del testaccio a Roma alla festa di addio a Jack folla, sul palco, davanti a 10.000 albatros venuti da tutta Italia, con Diego Cugia vicino a me e Francesca Neri che aveva appena parlato………..:

Ciao Jack il mio grazie non e' per le emozioni che mi hai fatto vivere, non e' per l'indignazione che mi hai fatto provare ne' per la rabbia o la tenerezza. Il mio grazie e' per avermi aiutato a capire che l'unica condizione per vivere e' essere…. io….. senza maschera e senza corazza…. Ma ti odio per questo jack perche' e' terribilmente difficle e faticoso, perche' e' terribilmente doloroso e vorrei tornare al caldo sicuro della mia non-vita… ma le mie fragili ali sono spiegate, sono in volo spaventata ma inebriata dal vento di questa liberta' mai provata. Grazie Jack spero di reincontrarti nel cielo della liberta', ti voglio bene. Hasta siempre!

terry- roma 18 maggio 2002

la mia moto

vi presento la mia moto….. la mia guzzona
compagna di tanti giri…. amica della mia liberta'…. aria sul viso e viaaaaaaaaaaaaaaaaaa

quindi cari amici blogger motociclisti…. se mi invitate a fare un giro… io vengo con la mia…non salgo dietro a nessuno!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

ps… x il mio marinaio motociclista :
questo non vale per te… dietro a te vengo ovunque, abbiamo sempre una honda rossa da provare!!
a sunday of september…do you remember??????????????

giro…girotondo

toc..toc.. scusate l'intrusione, approfitto di un momento di distrazione di Terry per rubare un suo spazio e scrivere io! Pero' voi, per favore, non diteglielo…se no chi la sente quella! Sono la piccola Terry, la Terry bambina…….. chiamatemi Lela come mi chiamavano tutti da piccola, visto che il mio fratellino non riusciva a dire Teresa…ecco per tutti fino all'adolescenza son stata Lela. Sono io quella che piange e sta male…. , quella che per una vita ha cercato di attirare la tua attenzione, mamma cara, quella che per un briciolo di affetto ha fatto il maschiaccio, ha rotto tutte le sue bambole, ha fatto la ribelle, la brava ragazza, si e nascosta, si e' stampata un sorriso adosso piangendo di nascosto, non ha mai detto no, esplodendo, pero', di rabbia per un non nulla, quella che vi ha guardato dalla finestra di un'altra casa vivere la vostra vita di famigliola felice. Sono sempre io quella che ancora adesso sta male, che ancora cerca la tua approvazione e un sorriso. Sono io, la Lela, quella che in ogni rapporto di amore o di amicizia, soffre per un minimo sgarbo, pensando ecco vedi…ancora, sempre cosi'……. non sono degna di affetto, di attenzioni…… rovinando spesso rapporti bellissimi. Lei, la Terry grande…le imi vuole bene, mi tiene per mano, mi coccola…ci prova, lei, a farmi crescere…. e adesso, lo sento, sta di nuovo piangendo per me.

giro girotondo casca il mondo casca la terra… tutti giu' per terra

giro girotondo……………

                                            

ombraluce

fluttuando
in un mare di vuoto
cullata dal buio
affondo.
Viene la luce
mano nella mano
all'ombra.
vola il mio cuore
nella notte.
tenebra con luce
notte con giorno
mille soli
e una sola luna
illuminano
la mia strada.

terry  18 febbraio 2006 all'alba

tarocco story N. 1

Una notte magica di luna piena…, una stanza profumata di incensi.
Un tavolino di legno e un vecchio mazzo di tarocchi marsigliesi.
Una luce nella stanza semibuia illumina per un attimo me e il mazzo di carte consumate dall'uso…… e come per magia il mazzo prende vita……….
Si muovono le carte degli Arcani Maggiori, improvvisano una danza magica. Giocano tra loro e poi d'improvviso si fermano e muovendosi alcune escono dal mazzo e cominciano a raccontare una storia:

Passa il CARRO inghirlandato a festa:
"Viaggio" mi dice " attraverso ogni luogo, polverizzo gli orizzonti, affronto ogni impresa senza paura! Oggi sono qui per far salire gli Amanti
con loro porto a spasso la gioia di vivere, la felicita', il piacere di amare.
Li porto lungo la vita per far conoscere la gioia della vita anche nelle circostanze negative, per soffiare nella mente di ognuno la consapevolezza delle vibrazioni d'amore.
Lassu' la LUNA e il SOLE

guardano gli amanti e ognuno porta loro un dono: l'energia femminile e argentea e le'nergia maschiele e dorata. L'attivita' e la ricettivita' due doni importanti illuminano il carro e gli amanti persi nel loro amore.
Corre il carro verso la TORRE, porta gli amanti al loro tempio, al loro altare. Qui proprio qui!! esplode l'energia dell'unione scuotendo come un uragano tutto il loro essere.
Ma ecco un baccano lontano, suoni di mortaretti, grida e canti…….. e' il MATTO che spunta inaspettato tra mille piroette e mille sberleffi, scompiglia le carte, le mette sotto-sopra: la luna nella torre, gli amanti in cielo, il sole nel carro……….
Per ricordarci che c'e' sempre un altro modo di vedere le cose.
Pere ricordarci di non aver paura di rompere le gabbie….qualsiasi esse siano!!!!!!!

terry 11-02-2006 in una serata magica di quasi lunapiena

attesa del disgelo

                       

Ancora gelo e ghiaccio, le temperature sono ancora sottozero e nettamente invernali.
Eppure!!!!! eppure, se ascoltiamo usando tutti i nostri sensi, anche quelli meno conosciuti, sentiremo che qualcosa sta cambiando. Un qualcosa di impercettibile, sara' l'aria piu' frizzantina, le giornate piu' lunghe, ma un non so che di indefinibile ci annuncia che la natura lentamente si sta risvegliando.
Un tempo sospeso che porta al risveglio.
E tutto si fa attesa.
Anche io ho piantato un seme nel mio cuore, e aspetto che il ghiaccio si sciolga, che il sole riscaldi cosi' potro' annaffiarlo tutti i giorni, coccolarlo tutti giorni, allora la speranza si fara certezza e spunteranno le prime gemme e i primi fiori.
E anche per me e' attesa.
terry

la costruzione di un amore

La costruzione di un amore
spezza le vene delle mani
mescola il sangue col sudore
se te ne rimane

La costruzione di un amore
non ripaga del dolore
è come un'altare di sabbia
in riva al mare

La costruzione del mio amore
mi piace guardarla salire
come un grattacielo di cento piani
o come un girasole

Ed io ci metto l'esperienza
come su un albero di Natale
come un regalo ad una sposa
un qualcosa che sta lí
e che non fa male

E ad ogni piano c'è un sorriso
per ogni inverno da passare
ad ogni piano un Paradiso
da consumare

Dietro una porta un po' d'amore
per quando non ci sarà tempo di fare l'amore
per quando vorrai buttare via
la mia sola fotografia

E intanto guardo questo amore
che si fa piú vicino al cielo
come se dopo tanto amore
bastasse ancora il cielo

E sono qui
e mi meraviglia
tanto da mordermi le braccia,
ma no, son proprio io
lo specchio ha la mia faccia

Sono io che guardo questo amore
che si fa più vicino al cielo
come se dopo l'orizzonte
ci fosse ancora cielo

E tutto ció mi meraviglia
tanto che se finisse adesso
lo so io chiederei
che mi crollasse addosso

E la fortuna di un amore
come lo so che può cambiare
dopo si dice l'ho fatto per fare
ma era per non morire

Si dice che bello tornare alla vita
che mi era sembrata finita
che bello tornare a vedere
e quel che è peggio è che è tutto vero
perché

La costruzione di un amore
spezza le vene delle mani
mescola il sangue col sudore
se te ne rimane

La costruzione di un amore
non ripaga del dolore
è come un'altare di sabbia
in riva al mare

E intanto guardo questo amore
che si fa piú vicino al cielo
come se dopo tanto amore
bastasse ancora il cielo

E sono qui
e mi meraviglia
tanto da mordermi le braccia,
ma no, son proprio io
lo specchio ha la mia faccia

Sono io che guardo questo amore
che si fa grande come il cielo
come se dopo l'orizzonte
ci fosse ancora cielo

E tutto ció mi meraviglia
tanto che se finisse adesso
lo so io chiederei
che mi crollasse addosso

Sì.

ivano fossati